Bonus facciate

Il “bonus facciate” è una agevolazione inerente gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici, che consiste in una detrazione dall'imposta lorda pari al 90 per cento per le spese documentate sostenute nell'anno 2020.

Limite di spesa e quote

La detrazione fiscale delle spese documentate non ha alcun limite di spesa e deve essere ripartita in dieci quote annuali costanti e di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

Interventi ammessi ed esclusi

L’agevolazione riguarda gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi, compresi gli interventi di sola pulitura o tinteggiatura esterna.
Esclusi invece gli interventi su impianti di illuminazione, pluviali, impianti termici e cavi esterni.

Beneficiari

L'agevolazione consiste in una detrazione dell'imposta lorda per i soggetti IRPEF o IRES.

Edifici interessanti

L’agevolazione riguarda gli edifici esistenti ubicati in zona A o B ai sensi del decreto del Ministro dei lavori pubblici 2 aprile 1968, n. 1444.

Lavori eseguiti nel 2019

Le norme non stabiliscono una data a decorrere dalla quale devono essere iniziati gli interventi di rifacimento della facciata, per cui, anche in base alla precedente interpretazione dell’Agenzia delle Entrate sull’ecobonus, l’agevolazione si può applicare anche per i lavori eseguiti nel 2019, ma pagati nel 2020.

Riferimenti normativi: art. 1, commi 219-221 Legge di bilancio 2020.

©2020 manovra2020.it - info@manovra2020.it